La Costa degli Etruschi

Con i suoi 90 chilometri di costa che ricoprono quasi l’intera provincia livornese, la Costa degli Etruschi racchiude delle vere e proprie perle, spiagge contrassegnate più volte dalle Bandiere Blu, alcune considerate tra le spiagge più belle d’Italia.

Marina di Castagneto-Donoratico

La Marina di Castagneto-Donoratico è una delle spiagge più ampie della Costa. Dotata di numerosi stabilimenti balneari, mentre a sud ed a nord della località, potrete godere anche di chilometri di spiaggia libera. In virtù della tutela ambientale e dei servizi offerti, la spiaggia ha ottenuto l’assegnazione della “Bandiera Blu” ed il riconoscimento di Lega Ambiente “Eco sistema vacanze”.

Marina di Bibbona

Noto centro balneare per la bellezza del suo paesaggio, la Marina di Bibbona è chiamata anche Marina del Forte per il Forte di Bibbona, eretto nel 1785 come punto di avvistamento e di difesa costiera dalle invasioni dei pirati.
Il suo litorale comprende ampie spiagge di sabbia e i tipici tomboli di macchia mediterranea e si trova proprio al centro di due pinete che abbracciano il litorale fino a Marina di Cecina.

San Vincenzo

Protetta da una vasta pineta, la spiaggia di San Vincenzo si trova a sud di Castagneto e si estende per diversi chilometri ed è bagnata da acque trasparenti. Ben attrezzata di stabilimenti balneari.

Baratti e Populonia

Il Golfo di Baratti si estende tra il Mar Tirreno e il Mar Ligure, a pochi passi da Piombino. Spiagge di sabbia e insenature rocciose si susseguono per oltre 30 km, circondate da una ricca vegetazione. Un posto unico, con fondali spettacolari tanto da richiamare appassionati da tutto il mondo.

Cavallino Matto e Gallorose

A 1,5 km dall’Hotel Alta La Vista troverete il Cavallino Matto, il più grande Parco Divertimenti della Toscana, completamente immerso nel verde e ricco di attrazioni per bambini e ragazzi, ideale per trascorrere lunghe giornate con la famiglia.
Sempre nelle vicinanze, a soli 16 km dal nostro Hotel, il Parco Gallorose di Cecina, 5 ettari di oasi naturale dove sono ospitate specie selvatiche e domestiche, dai canguri giganti alle zebre.

Parco di San Silvestro

Per gli amanti dell’archeologia mineraria, a soli 19 km si trova il Parco Archeominerario di San Silvestro, uno dei parchi della Val di Cornia, nato in seguito alle campagne di scavo del castello di Rocca San Silvestro e per valorizzare il vasto territorio minerario. Una giornata tra percorsi di trekking, miniere e musei con testimonianze dall’epoca medievale sino agli ultimi decenni dell’attività mineraria.